Triestina, Granoche: "Mancata continuità. Ma voglio chiudere con una gioia"

07.05.2021 13:45 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Pablo Granoche
TMW/TuttoC.com
Pablo Granoche
© foto di Federico Gaetano

Cos’è mancato alla Triestina per arrivare un po’ più in alto in classifica? Lo spiega dalle colonne de Il Piccolo l'esperto attaccante Pablo Granoche: "Non sono alibi, ma credo sia proprio mancata la continuità della rosa a disposizione. Tra infortuni e Covid, c’è il rammarico di non aver mai avuto la rosa al completo per poter giocarcela con tutte le nostre armi. Con tanti giocatori importanti fuori, non si è potuto nemmeno giostrare bene le forze degli altri". Ma non solo questo: "Ovviamente c’è il fatto di non aver portato a casa certe partite in periodi in cui abbiamo fatto tanti pareggi: quello ci ha fatto perdere per strada il quarto posto al quale ci stavamo avvicinando. Il rammarico c’è, ma ora non bisogna pensarci, inizia un altro campionato".

Ora i rossoalabardati dovranno ripartire con la Virtus Verona: "Non sono partite facili da interpretare, chi viene a giocare al Rocco non ha niente da perdere, viene a viso aperto per vincere a tutti i costi. E la Virtus Verona è pericolosissima, sarebbe un errore pensare di aver già passato il turno. Dobbiamo metterci concentrazione, aggressività e cattiveria agonistica, sono le qualità necessarie per far bene in questo tipo di sfide".

In chiusura le possibilità del Diablo di proseguire la sua carriera o appendere le scarpette al chiodo: "Sinceramente in questo momento non ci sto pensando. Ora sono concentrato sul presente perché ho tanta voglia di finire la stagione con una gioia. Poi vedremo, mi finisce il contratto con la Triestina e farò una valutazione, ma ora resto concentrato solo sul campo".