Catania, Raffaele: "Il -4 ci darà ancora più rabbia per emergere"

26.09.2020 21:50 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Giuseppe Raffaele
Giuseppe Raffaele

Alla vigilia della sfida alla Paganese, in casa Catania mister Giuseppe Raffaele ha risposto in sala congressi alle domande dei giornalisti, soffermandosi sui temi principali che hanno caratterizzato la settimana dell'esordio in campionato: "Sta nascendo una buona squadra, è importante che sia sempre equilibrata, che si aiuti e che abbia fame. Credo che completata con 4-5 elementi, anche per una questione quantitativa e non solo qualitativa, potrà dare grandi soddisfazioni".

Sulle individualità: "Pinto è squalificato e alle prese con i postumi di una distorsione al ginocchio, speriamo di recuperarlo presto; Curcio non si è allenato a causa di un problema alla schiena e pertanto non è disponibile. Dobbiamo creare entusiasmo all’interno ed empatia con l’esterno, a prescindere dalle condizioni del campo e dal meteo, dovremo dare l’anima e realizzare in ogni modo le condizioni per vincere la partita".

Sull'avversario: "La Paganese gioca un calcio ordinato ed efficiente, sarà una gara difficile: in Serie C è sempre così. Vogliamo ottenere il massimo con una prestazione adeguata, sono fiducioso per domani e per il prosieguo. La tenuta dei giocatori è una variabile importante, vale per tutti: noi, in particolare, dobbiamo adattare qualcosa in difesa, sia dall’inizio sia durante il match".

Sulla penalizzazione di 4 punti patita: "Ci darà ancora più rabbia per emergere, poi siamo positivi e speriamo di cancellarla grazie ai legali ma noi dobbiamo giocare per vincere, sempre e comunque, senza pensare ad altro. In campo si va con entusiasmo e gioia. Giovani o meno giovani, per me contano i meriti dei calciatori: il calcio è meritocrazia, gioca chi merita".