Top & Flop di Sicula Leonzio-Bisceglie

30.06.2020 21:08 di Dario Conti   Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
Top & Flop di Sicula Leonzio-Bisceglie

E’ la Sicula Leonzio la seconda squadra a strappare il pass per la salvezza: al “Sicula Trasporti Stadium” i leontini vincono di misura (1-0) sul Bisceglie anche il match di ritorno dei playout di serie C, grazie al colpo di testa di Lele Catania sugli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Bucolo al 72’. Partita complicatissima sotto l’aspetto fisico per via del caldo e di una condizione per forza di cose non ottimale. Dopo un inizio timido - Lescano impegna Casadei con una gran botta al volo, a seguire ci prova anche Provenzano con palla a lato - i pugliesi creano qualche problema nel primo tempo a Fasan, l'estremo difensore bianconero che si supera sul colpo di testa di Dellino intorno alla mezz’ora. E’ probabilmente la parata più importante, che consente ai siciliani di custodire il vantaggio più che rassicurante, maturato nel match d'andata (0-1, rete di Bariti) e nella regular season (miglior piazzamento in classifica). Ai pugliesi serviva infatti una vittoria con almeno due reti di scarto per ribaltare il pronostico. Un’impresa che, però, rimane incompiuta e che spedisce la formazione di Mancini in serie D insieme al Rende, sconfitto nel pomeriggio 3-0 dal Picerno, anch’esso salvo insieme alla formazione di Vito Grieco. Ecco i top & flop del match:

TOP

Fasan e Catania (Sicula Leonzio): Il portiere si fa trovare pronto quando chiamato in causa. La sua parata al 27' sul colpo di testa a botta sicura di Dellino vale tanto nell'economia della gara e permette ai siciliani di gestire il prezioso vantaggio, che viene certificato dall'imperioso stacco aereo dell'attaccante catanese, su corner battuto da Bucolo. MURO e DECISIVO.  

Petris (Bisceglie): partita di grande corsa per il centrocampista nerazzurro, che non si risparmia sull’out di destra, fornendo buoni palloni al centro per i compagni e tentando in qualche circostanza la conclusione. Anche in fase difensiva contiene bene le progressioni di Bariti. TRENO.

FLOP

Seconda parte del primo tempo (Sicula Leonzio): iniziano bene i bianconeri con i tentativi di Lescano e Provenzano, poi gli ospiti escono dalla propria area e creano qualche apprensione a Fasan, che compie un miracolo sul colpo di testa  ravvicinato di Dellino. Nella ripresa va un po’ meglio e i bianconeri mettono in cassaforte la salvezza. TIMIDI.

Montero (Bisceglie): al rientro dalla squalifica, l’attaccante spagnolo incide poco. I pericoli maggiori nascono più dalla velocità dei vari Dellino, Romani e Petris, più il neoentrato Gatto. Non sempre lucido, si lascia andare a qualche protesta di troppo in un momento in cui la sua squadra avrebbe bisogno di altro. POCO PERICOLOSO.