Viterbese, bel gesto degli ultras: riqualificato il Parco Robinson

06.07.2020 14:30 di Marco Pieracci   Vedi letture
Fonte: Eleonora Celestini - CuoriGialloblu.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Viterbese, bel gesto degli ultras: riqualificato il Parco Robinson

Ci sono storie che riconciliano col mondo. Storie che per chi fa il mio mestiere è un onore e un piacere raccontare. Ci sono storie che regalano emozioni e fanno ricordare quanto poco serva in fondo per rendere migliore la vita di qualcuno. Di un gruppo di bambini, nel caso specifico.

Estate 2020, umidità e clima post apocalittico causa Covid-19. Quartiere Pilastro, popoloso e pieno di vita. Un mucchietto di ragazzini gioca a pallone nel campetto del Parco Robinson. Sì, il parco Robinson, perché anche se da qualche anno il Comune lo ha ribattezzato Parco Peppino Impastato, per i viterbesi, per i pilastrini, per la gente comune quello resta il Parco Robinson. Un po’ come Pratogiardino, che vaglielo a spiegare alla gente che adesso di chiama “Parco Lucio Battisti”. Ma questa è un’altra storia.

Il Parco Robinson da sempre luogo di ritrovo per bambini e ragazzi del quartiere Da sempre dimenticato dal Comune, amministrazione dopo amministrazione, da sempre abbandonato all’incuria. Spesso scelto come centro di spaccio dai malintenzionati. Con l’erba alta che nessuno viene mai a tagliare, con la sporcizia e i rifiuti che si accumulano, con la rete intorno al campo che è arrugginita e cade a pezzi. E che quindi diventa pericolosa per quei tanti ragazzini che, nonostante tutto, animano quel luogo andandoci a giocare a pallone. E che meritano uno spazio fruibile e sicuro.

Ed ecco che allora scendono in campo gli ultras della Viterbese. Ancora per la loro città, ancora per il bene della collettività. Ancora vicini agli ultimi. I ragazzi della Curva Nord, in collaborazione con quelli di Viterbo Clean Up, si rimboccano per l’ennesima volta le maniche e si mettono al lavoro. Al servizio della città, del Pilastro e della sua gente. Impegnando tempo e risorse propri per riqualificare il parco Robinson.

Hanno cominciato ieri pomeriggio, rimuovendo la rete di recinzione, arrugginita e pericolante, e i pali di supporto ormai deteriorati. Questa mattina, poi, hanno posizionato e cementato i nuovi paletti, prima di cominciare a riverniciarli tutti. Successivamente hanno posizionato la nuova rete e entro il week end termineranno l’opera di bonifica del Parco Robinson, sistemando anche il cancello d’ingresso del campetto. E regalando ai ragazzi del Pilastro un’area dove giocare tranquilli.

Si potrebbero fare mille discorsi sul fatto che i cittadini che pagano le tasse avrebbero già di per sé diritto ad avere servizi comunali per lo meno decenti. Ma, seppur legittime e degne di considerazione, queste sarebbero solo chiacchiere che non servirebbero a niente, se non ad aumentare la distanza della gente dalla politica e da chi questa città la amministra.

Sulla riqualificazione del Parco Robinson da parte degli ultras della Viterbese non ci sono discorsi da fare: ci sono solo applausi da tributare a un gruppo di giovani appassionati, volontari, innamorati della propria città e di un angolo del Pilastro dimenticato, che ha deciso di impegnarsi in prima persona per riqualificarlo. Perché cambiargli nome, a un parco, senza poi averne veramente cura non serve a niente. Sono solo i fatti quelli che contano. Avanti, ultras. E grazie.