Antonio Pergreffi ❤ Serena Galfano

La rubrica di TLP, con le interviste alle compagne dei calciatori in Lega Pro: mogli, compagne e fidanzate si raccontano
12.05.2017 23:00 di Claudia MARRONE   Vedi letture
© foto di TLP
Antonio Pergreffi ❤ Serena Galfano

Antonio Pergreffi, difensore classe 1988 attualmente in forza al Piacenza, la squadra che gli ha permesso di esordire tra i pro dopo una lunga carriera che lo ha visto scalare tutte le categorie fino al coronamento di questo sogno: perché lui è la dimostrazione che con costanza e dedizione, ciò che si vuole si ottiene. Ma le soddisfazioni non si sono limitate al calcio, perché sette anni fa la sua vita è radicalmente cambiata grazie a una persona speciale, sua moglie Serena Galfano, che ai lettori di TuttoLegaPro.com racconta la loro storia d’amore.

Serena, come vi siete conosciuti tu e Antonio?

“Io e mio marito ci siamo conosciuti nel 2010, in un locale di Orio, un paese della provincia della nostra Bergamo, il giorno del mio 25esimo compleanno. Inizialmente non l’ho preso neppure in considerazione, è stato lui a dover fare il primo passo, anche insistendo un po’, ma poi, parlandoci attraverso Facebook, mi sono accorta che nonostante i suoi 21 anni era molto maturo. E così tutto è nato, tre anni fa siamo andati a convivere e nel 2015 ci siamo spostati”.

Subito un perfetto assist! È stato lui a chiederti di sposarlo…visto che mi sembra di capire che i primi passi ha sempre dovuto farli lui??? (ridiamo, ndr)

“No, quella è stata una scelta presa insieme! Però poi lui ha scelto la macchina con la quale andare in chiesa e i fiori per addobbarla, è molto attento ai dettagli”.

Questo potrebbe essere un pregio…ci dici in toto pregi e difetti di tuo marito?

“Come già ho detto, è sempre stato un ragazzo molto maturo, non pensavo che crescesse così in fretta, anche perché comunque io avevo già due bambini nati da una precedente relazione e non è da tutti calarsi alla perfezione in una situazione così: è davvero un uomo fantastico. Però è troppo testardo, il difensore è proprio il ruolo che gli si addice! Quando discutiamo ha sempre ragione lui, non c’è storia!”.

Accennavi ai figli…un fratellino o sorellina è già arrivato?

“Certo, 13 mesi fa! Riccardo è arrivato a far compagnia ad Andrea e Manuel, che hanno 10 e 7 anni, e ovviamente giocano già a calcio! Però almeno il cucciolo di cane che abbiamo è femmina…non sono circondata! (ridiamo, ndr)”.

Il calcio deve quindi piacerti per forza…

“Prima di conoscere Antonio non lo seguivo, da quando sto con lui, ma già dai tempi in cui giocava in Promozione, mi interessa proprio e vado molto volentieri a vederlo allo stadio, quando posso pure in trasferta. Anche perché vivendo con un calciatore è dura se non ti piace il calcio!”. 

C’è anche da dire che allo stadio vai volentieri perché l’unico gol siglato in stagione ne è valsi mille, quello nel derby del Po! Te lo ha dedicato, vero???

“Ovviamente al derby ero presente, Antonio non lo ha detto ma il gol era per me. Lui non lo dice mai pubblicamente, ma quando esce di casa è sempre a ricordarmi che se segna è per me. E il gol contro la Cremonese è stata davvero un’emozione unica, poi davanti a 5000 persone…fantastico!”.

Tornando ai bambini…che tipo di padre è Antonio?

“E’ amorevole e dolcissimo, molto presente…pensa che non ci siamo neppure trasferiti a Piacenza per continuare a dare ai più grandi la stabilità che hanno, fa su e giù lui tutti i giorni per andarsi ad allenare. Pensa che va sempre anche a vedere i più grandi giocare, e li sgrida pure quando sbagliano! (ridiamo, ndr)”.

Si cala già nelle vesti di allenatore…ma insomma, non è un po’ presto per appendere le scarpette al chiodo???

“Assolutamente si! Ha pure un altro anno di contratto con il Piacenza…poi con tutti i sacrifici che ha fatto per arrivare dov’è ora è giusto che si goda un po’ di calcio professionistico”.

E’ stata la chiamata del Piacenza il momento più bello della sua carriera?

“Si, sicuramente questo è stato uno dei momenti che sia lui che noi come famiglia ci ricorderemo sempre, è stato premiato per tutta la costanza che ha sempre messo nel suo lavoro. Ma anche la scorsa stagione a Lecco abbiamo passato momenti stupendi: c’era un’ottima società, la vittoria del campionato è stata una ciliegina sulla torta, peccato poi non si sia potuto concretizzare il passaggio in Lega Pro”.

Ma pensi che il calcio abbia potuto influenzare in qualche modo la vita di coppia?

“No, per niente. E’ vero che Antonio è fuori tutto il pomeriggio e spesso anche il fine settimana, ma riusciamo comunque a condividere una normale vita di coppia, anche se arriva a casa molto stanco. Però il calcio non ha mai stravolto nulla della nostra quotidianità, e anche quando andiamo a Piacenza vedo che i bimbi stanno bene: allo stadio c’è anche una ragazza che li segue, li porta in campo, li fa giocare, si sentono proprio a casa. Non hanno mai risentito di niente, alla fine niente è cambiato”.

Tu invece, in tutti questi anni di calcio, hai imparato la regola del fuorigioco???

“Lunghi insegnamenti, e pure tosti, ma alla fine ce l’ho fatta! Anche perché con tutti i calciatori per casa…ne ho già tre, e dubito che il piccolo Riccardo si dedicherà al ballo, credo ne avrò pure un quarto”.

Mi sento particolarmente buona in questo rush finale di stagione, quindi non vado oltre sul calcio ma…c’è un ma! Dimmi qual’è il regalo più bello che ti ha fatto!

“Oltre a Riccardo, posso dirti il matrimonio, che è stato davvero una favola!”.

C’è qualcosa in particolare che vuoi dirgli tramite questa intervista?

“L’unica cosa che voglio dirgli è che sono orgogliosa di lui, e ringrazio davvero tanto il giorno nel quale ci siamo conosciuti!”.

Antonio Pergreffi con la moglie Stefania e il loro piccolo Riccardo
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania e il loro piccolo Riccardo © foto di TLP
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania al mare
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania al mare © foto di TLP
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania e il loro piccolo Riccardo
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania e il loro piccolo Riccardo © foto di TLP
Un'immagine dal matrimonio di Antonio Pergreffi e Stefania. I due sono in compagnia dei figli di Stefania, Andrea e Manuel, nati da una precedente relazione
Un'immagine dal matrimonio di Antonio Pergreffi e Stefania. I due sono in compagnia dei figli di Stefania, Andrea e Manuel, nati da una precedente relazione © foto di TLP
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania e con Andrea e Manuel
Antonio Pergreffi con la moglie Stefania e con Andrea e Manuel © foto di TLP