Ciro Panico ❤ Francesca Verrastro

La rubrica di TC, con le interviste alle compagne dei calciatori in Lega Pro: mogli, compagne e fidanzate si raccontano
11.08.2018 00:00 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 3676 volte
Ciro Panico ❤ Francesca Verrastro

Ciro Panico, difensore classe '99 fresco di rinnovo con il Potenza, a margine di una stagione, la passata, che è stata per lui sensazionale: vittoria del campionato, rinnovo...e ora cresce l'attesa per l'esordio tra i professionisti. Ma Potenza non gli ha regalato solo gioie lavorative, ma anche personali, perché è li che ha conosciuto la fidanzata Francesca Verrastro, che ai lettori di TuttoC.com racconta la loro storia d’amore.

Francesca, come è nata la storia d'amore tra te e Ciro?
“Io e Ciro ci siamo conosciuti in centro a Potenza lo scorso 4 ottobre, quasi un anno fa, ed è stato subito colpo di fulmine per entrambi. La sera stessa lui mi mandò un messaggio, e da allora non ci siamo più divisi”.

Nel senso che avete già intrapreso anche una convivenza?
“Non abbiamo ancora dei progetti concreti, viviamo la nostra storia giorno per giorno, quel che verrà verrà”.

Sei comunque stata fortunata nel riaverlo a Potenza: come avresti sennò affrontato la cosa?
“Onestamente ho avuto tanta paura che andasse via da Potenza, ma anche se per il momento non abbiamo progetti concreti, sicuramente sarei andata via con lui: non sarei mai riuscita a vivere con il pensiero di star lontani. E comunque una convivenza non mi spaventa”.

Avverti che il calcio abbia in qualche modo cambiato anche la tua vita?
“No, assolutamente. Non è stato per niente un problema per me affrontare la realtà di un calciatore, ho subito accolto i suoi ritmi perché questa è la sua passione e io voglio la sua felicità”.

Ma a te il calcio piace o lo segui per amore?
“A me è sempre piaciuto il calcio. E' una passione che mi ha trasmesso mio papà, che è per altro un ultras del Potenza!”.

Fantastico! E come ha preso il tuo fidanzamento con Ciro?
“Benissimo, è davvero molto contento”.

Diciamo che la promozione del Potenza ha giocato a favore del tuo fidanzato...
“Magari si...” (ridiamo a crepapelle, ndr).

Pensi sia stato questo il momento più bello della carriera di Ciro?
“Sicuramente si. È stata per lui un’esperienza bellissima, essendo la prima volta e io sono stata davvero felice di averla condivisa con lui”.

Non ha ancora segnato un gol, ma qualche altro tipo di dedica te la ha riservata?
“Per ora no, però mi ha promesso che il primo gol lo dedicherà a me...lo spero, sarebbe un’emozione unica!”.

Bene, mettiamogli allora un po' di pressioni: dicci i suoi pregi e i suoi difetti!
“Il pregio più grande che ha è sicuramente la bontà, un aspetto che ha con tutti, così come la disponibilità, anche con i suoi “fans”. E' anche molto dolce. Di difetti invece ne ha pochi, ma il più grande è la testardaggine, quando vuole una cosa fa di tutto per prendersela. Cioè, non so se considerarlo un pregio o un difetto....”.

Qual è invece stato il regalo più bello che ti ha fatto?
“Il regalo più bello è stato darmi il suo amore, e continuare a darmelo. Non ho bisogno di regali materiale se ho lui”.

Eccoci al punto clou: c'è in qualcosa in particolare che vuoi dire a Ciro attraverso questa intervista?
“Vorrei dirgli che in qualunque momento della sua vita, bello o brutto che sia, io gli sarò sempre vicina e lo sosterrò, e gli auguro di realizzare tutti i suoi sogni, spero insieme a me. In bocca al lupo amore mio”.

© foto di TuttoC.com
© foto di TuttoC.com
© foto di TuttoC.com
© foto di TuttoC.com