IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA SERIE C 2020/2021 PRENDE FORMA: IN ATTESA DEI PLAYOUT (E DEL RICORSO AL CONI), DALLA B ARRIVANO TRAPANI E JUVE STABIA. MA C'E' ANCHE IL PRIMO ADDIO UFFICIALE: IL CAMPODARSEGO NON SI ISCRIVE

02.08.2020 00:00 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
IL FATTO DELLA SETTIMANA - LA SERIE C 2020/2021 PRENDE FORMA: IN ATTESA DEI PLAYOUT (E DEL RICORSO AL CONI), DALLA B ARRIVANO TRAPANI E JUVE STABIA. MA C'E' ANCHE IL PRIMO ADDIO UFFICIALE: IL CAMPODARSEGO NON SI ISCRIVE

La serata di venerdì scorso ha permesso alla Serie C 2020/2021 di prendere sempre più forma: sono infatti giunti i verdetti finali della Serie B, con la retrocessione di Trapani e Juve Stabia a fare compagnia al Livorno e con Perugia e Pescara che dovranno affrontarsi nella doppia sfida playout per decidere chi si salverà e chi sarà l'ultima a salutare la cadetteria.

Finali con riserva in realtà, visto che il Trapani ha presentato ricorso contro la penalizzazione di due punti e che la Prima Sezione del Collegio di Garanzia ha fissato l’udienza relativa per il 6 agosto, a partire dalle ore 15.30 (la discussione si terrà in videoconferenza): proprio per questo la Lega Serie B ha poi deciso di spostare la finale di andata dei playout, comunicando che non si disputerà più venerdì 7 agosto alle 21 ma lunedì 10 agosto sempre alle 21 (il ritorno, come già previsto, si gioca alle 21 di venerdì 14). Questo perché in caso di accoglimento del ricorso e restituzione dei due punti o anche solo di uno cambierebbe inevitabilmente la classifica: se il Trapani riuscisse ad agganciare a quota 45 Perugia e Pescara, per la classifica avulsa, potrebbe disputare i playout da quintultima contro il Perugia, mentre il Pescara sarebbe condannato alla C diretta. Se il Trapani riuscisse invece ad agganciare a quota 46 Ascoli e Cosenza sarebbe salvo e condannerebbe il Pescara alla C diretta e il Cosenza ai playout contro il Perugia (pur in una miglior posizione di classifica dei Lupi rispetto al Grifo).

Chi insomma è certo di dover abbandonare la cadetteria è, per ora, solo la Juve Stabia che si è goduta una sola stagione di B.

Chi invece dovrà abbandonare la C senza neppure averla assaporata sul campo è il Campodarsego: il presidente Pagin ha infatti ammainato la bandiera biancorossa, dopo aver confermato mister Andreucci e il ds Maniero (che stava già prendendo accordi con i giocatori per la costruzione della squadra, era già stato tesserato il difensore Munaretto e lavorava per la conferma di Pasquato). In una lunga lettera Pagin ha spiegato le proprie motivazioni: "A volte bisogna avere il coraggio di riconoscere la realtà: ci ho provato fino alla fine, ma non ce la faccio e non me la sento di imbarcarmi in un percorso che già ora so che sarebbe un bagno di sangue economico per una piccola realtà come la nostra. In questo momento, specialmente in un momento di emergenza come questi ultimi mesi, non me la sento di andare avanti". Alla fine una decisione difficile, ma di grande correttezza se la si analizza sul lungo periodo: quante infatti sono le squadre che si iscrivono nella consapevolezza di non poter portare avanti una stagione per poi vedersi infliggere penalizzazioni di varia natura?