Il format della discordia. Almeno la Serie C dimostra voglia di rinnovamento. Quando gli altri tacciono o si lamentano. Ma la condivisione rimane un mistero

04.11.2022 00:00 di Luca Bargellini Twitter:    vedi letture
Il format della discordia. Almeno la Serie C dimostra voglia di rinnovamento. Quando gli altri tacciono o si lamentano. Ma la condivisione rimane un mistero

Gioco a carte scoperte fin da subito. La proposta di riforma della Serie C mi piace. Perché? Perché rappresenta qualcosa di nuovo in un paese che è geneticamente avverso al cambiamento. È chiaro che quanto emerso finora sia rivedibile, migliorabile e tutto il resto, ma è da apprezzare che la Lega Pro nel giro di pochi anni si faccia promotrice di un cambiamento così come avvenne poco tempo fa con il taglio del numero di club partecipanti ai propri tornei.

Già, il numero dei club. Un tema che anche oggi, nuovo format o meno, è sempre centrale. La sostenibilità è, infatti, il nodo centrale di ogni organizzazione e con la Serie A che dall’alto della sua potenza economica appare totalmente indifferente a ciò che la circonda e la B impegnata solo a pensare al “dramma” di avere una retrocessione in più rispetto al numero delle promozioni, la sensazione chiara ed evidente che il peso ricada sulla terza serie. Anche in maniera ovvia dato che ha il triplo della squadre.

La cosa che stona più di tutte è e rimane il diverso approccio alla questione. Se B e C, come detto, affrontano pubblicamente il tema della riforma (le modalità scelte dalla lega di Balata continuano ad apparirmi le peggiori ma sono chiaramente idee personali), la A non ne parla così come la FIGC che a settimane dall’ultima presa di posizione da parte del presidente Gravina non ha più affrontando l’argomento.

Oggi, però, qualcosa potrebbe cambiare. È infatti stata indetta a Roma una conferenza stampa dove il numero uno della Federcalcio presenzierà assieme al presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. Chissà che non sia volta buona si abbia una presa di posizione comune da due entità diverse su questo tema.