Mentre Treviso e Perugia volano, a Mantova non tira una ... Bellaria

04.10.2011 13:00 di Daniele Mosconi   vedi letture
Mentre Treviso e Perugia volano, a Mantova non tira una ...  Bellaria
TMW/TuttoC.com
© foto di Fabrizio Nocera

E' passato ormai un mese dall'inizio del campionato di 2^ Divisione e ci sembra di leggere un thriller dalle mille sfaccettature. Ogni domenica un colpo di scena. Non potevamo chiedere di meglio a questo campionato. Le sorprese ormai sono divenute la regola; segno che nulla è scontato e tutti devono sudarsi la vittoria. 50 i gol segnati nei due gironi. Sale la media dopo che per qualche domenica si stava scendendo sotto questa soglia psicologica.

GIRONE A

La sorpresa del giorno - Questa settimana la verà novità arriva dal "Martelli". Il Mantova, dopo il tonfo clamoroso (4-0) sul campo della Sambonifacese, crolla anche in casa, al cospetto di un Bellaria cinico e dotato di quella malizia in più per vincere una partita non semplice su un campo così importante. Il Mantova, passato in vantaggio con Caruso, su azione d'angolo, sembrava aver chiuso nel cassetto la brutta prestazione di otto giorni fa in Veneto. Invece no, perchè il Mantova invece di distendersi per cercare di chiudere la partita, subiva il ritorno degli ospiti che alla fine si trovano con tre punti in tasca davvero insperati alla vigilia. Così dopo aver battuto il Casale e la Virtus Entella, il Bellaria fa secco anche il Mantova. Quest'anno la squadra di Campedelli si è già presa di forza, l'appellativo di ammazzagrandi. Per il tecnico dei virgiliani Graziani, ormai la sorte è segnata. Al suo posto la società ha deciso di affidarsi a Valigi. La tifoseria crede nella squadra ma non nella dirigenza. Brutto segno questo.

Poker Cuneo - Dopo la sconfitta contro la Giacomense alla seconda giornata, con un punto in classifica, i biancorossi di mister Ezio Rossi, si sono scatenati, segnando 13 gol e infilando un filotto di quattro vittorie di seguito che ora fa sognare la città. La squadra in se non è male, c'è quel Cristini a centrocampo che ha già segnato 3 gol. In attacco c'è un mix di punte notevole, forse poco considerato a inizio campionato. Varricchio e Fantini, nonostante l'età non più verde, sono giocatori di sicuro affidamento, ed i risultati gli danno ragione.

Per il Lecco è un inizio di campionato veramente disastroso. La società era partita con ben altri obiettivi, mentre ora sono ultimi. Urge rinsavire da questa sbornia.

Un brodino per l'Alessandria: nel derby per eccelllenza, il Casale si fa imporre il risultato ad occhiali da un'Alessandria bisognoso di punti per fermare l'emoraggia di tre sconfitte di seguito che sono costate la panchina a De Petrillo. Al suo posto la società ha chiamato un tecnico navigato come Giuliano Sonzogni. Arrivato da pochi giorni, il neo tecnico grigio ha cercato di infondere alla squadra sicurezza. Il pareggio sul campo dei cugini non è da disprezzare, in attesa di tempi migliori. La loro classifica è bugiarda per la rosa che hanno, ma di tempo a disposizione ce ne tanto. Il Casale si fa superare in classifica dal Treviso sempre più scatenato.

Le altre partite:

I veneti sono sempre più una formula uno, decisi a fare sul serio. La netta vittoria sul campo della Valenzana, conferma il loro strepitoso campionato. I trevigiani giocano sornioni nel primo tempo facendo sfogare la squadra di casa, poi nella ripresa calano il tris, che, complici i risultati delle altre, li porta in vetta solitaria. Ora la squadra di Zanin sarà chiamata ad un Ottobre nero: affronterà nell'ordine la Pro Patria, il Mantova, l'Alessandria e il Casale. Da queste partite si capirà molto il reale valore del Treviso.

Con due gol a cavallo tra inizio e fine partita, il Savona vince sul campo della Sambonifacese, la sua seconda partita consecutiva. I ragazzi di Ninni Corda si stanno comportando alla grande e il tecnico, se calma il suo ardore, può portarli molto in alto.

Brutta sconfitta per la Giacomense, che paga il turno infrasettimanale, perdendo per 3-0 contro i cugini del San Marino. Spesso certe batoste ti fanno tornare sulla terra e incominci a renderti conto che un conto sono i sogni, un altro la realtà.

Il Montichiari, zitto zitto, sale al secondo posto con la vittoria sul campo della Virtus Entella. Decide ancora bomber Dimas. Attenzione alla squadra rossoblù

Pro Patria-Borgo a Buggiano 1-0; Santarcangelo-Renate 3-1; Poggibonsi-Rimini 0-1. Questi gli altri risultati del girone.

GIRONE B

Conferma del Perugia: al "Fadini" di Giulianova, il Perugia tira fuori gli artigli e vince con un gol di Clemente, affiancando al secondo posto la Vigor Lamezia, fermata nel big match di giornata, da una Paganese sempre più solida e concreta. Gli umbri vincono una partita sulla carta molto insidiosa. I giuliesi giocano una buona partita ma non basta.

Vigor Lamezia-Paganese un pari quanto utile? La Vigor Lamezia, dopo il pareggio di Vibo, prende un punto anche contro la temibile Paganese. La squadra ospite gioca una partita giudiziosa, forse troppo. Sta diventando per loro un limite che il tecnico deve correggere. Soltanto in due casi, nelle prime due giornate, la Paganese ha vinto con più di un gol di scarto.

La favola Arzanese: continua il campionato strepitoso della matricola Arzanese. In sette giorni la squadra di Fabiano ha conquistato sette punti. Non male davvero. Contro il Celano, sempre più inguaiato ed alla sesta sconfitta in sette giornate, partono male i locali, sotto dopo un minuto. Però quando hai l'entusiasmo di una classifica ambiziosa non hai paura di nulla e con il piglio della grande squadra riesce a ribaltare il punteggio, vincendo alla fine per 3-2. Domenica prossima altro esame di maturità all'"Angelini" di Chieti.

Altre partite: il Campobasso, dopo un inizio promettente, si è afflosciato come un dolce senza lievito. In questa settimana contraddistinta dal turno infrasettimanale, i molisani tornano a casa con zero punti. Corsaro il Fano del nuovo corso Baldassarri. Un 3-1 che non ammette repliche.

Il Catanzaro, reduce dal colpaccio proprio in terra marchigiana di mercoledì scorso, al "Ceravolo" ospitava il sempre temibile Chieti. Vittoria per 2-1 contro gli abruzzesi e classifica che si fa sempre più interessante per loro. La vetta dista solo due punti. Ripensandoci, rimane il rammarico per il pari contro il Milazzo.

Ferma la serie negativa il Fondi, bloccando al "Fattori" L'Aquila. Un pari che fa morale per la compagine pontina, mentre gli aquilani continuano ad avere difficoltà tra le mura amiche (una sola vittoria, contro la Vibonese). Puntare in alto significa anche vincere certe partite.

L'Aprilia ci ha preso gusto. In due partite ha messo a segno 8 gol. Nelle prime 5 giornate la squadra pontina era a zero, sia in classifica che nei gol segnati. Questa volta la squadra di Vivarini vince contro la Vibonese.

Vince il Neapolis nel derby contro l'Aversa Normanna. Mentre continua a segnare con una regolarità spaventosa Fioretti. E' lui l'autore del pareggio del Gavorrano contro il Milazzo.

Concludiamo con la vittoria dell'Isola Liri sul campo del Melfi. Quest'anno i ciociari sono partiti molto meglio delle scorse stagioni. Segno che hanno lavorato bene in estate.