INTERVISTA TC - Atzori: "In Italia 150 mister a spasso? Ho scelto Malta"

15.10.2021 23:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Atzori: "In Italia 150 mister a spasso? Ho scelto Malta"
TMW/TuttoC.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Gianluca Atzori, ex tecnico di Serie A, attualmente nella massima serie maltese, a TuttoC.com ha fatto il punto su alcuni dei suoi ex club.

In Italia ci sono 150 allenatori a spasso.
"Che dire? Purtroppo sono sempre di più gli allenatori e sempre meno le squadre professionistiche. Quindi la selezione diventa sempre più difficile e complicata. Purtroppo dovremo abituarci a questi numeri".

Alla fine hai scelto l'estero. Rammarico per non essere in Italia?
"Sono contento per la scelta che ho fatto. Malta è un trampolino di lancio, qui il campionato è competitivo, viene visto da tantissime squadre europee. Ho fatto una buona scelta, poi come andrà ovviamente non lo so. Però piuttosto che essere uno dei 150 allenatori italiani che sono a casa, preferisco lavorare all'estero. Ho nostalgia dell'Italia ma ho fatto la scelta giusta".

Questo weekend sarà Carrarese contro Pistoiese.
"C'è il trascorso che parla. Intanto è un derby, da una parte c'è la famiglia Ferrari alla quale sono legato in maneira particolare perché sono davvero delle brave persone. A Carrara c'è il mio ex compagno di squadra e di stanza con cui ho condiviso tre anni di Empoli. Un in bocca al lupo ad entrambe e che vinca la migliore".

Come giudichi il momento del Siena?
"Credo che stia facendo il suo campionato, alterna buone prestazioni ad altre in cui i risultati non sono quelli sperati. È una piazza molto esigente ma credo che Perinetti, lo staff e Gilardino possono fare un buon campionato. Sono legato ai bianconeri, ho lavorato lì anche se solo per 5 mesi. Sanno tutti com'è andata la mia storia con la società, inesistente praticamente. Avere lasciato la squadra quarta e il lavoro a metà mi è pesato tantissimo".

Sarà big match dei bianconeri contro l'Entella.
"La squadra ligure ha una proprietà molto forte. Faccio fatica a pensarla in Lega Pro ma è un dato di fatto, parla il campo, come sempre. Sono destinati a tornare presto in Serie B e glielo auguro".