INTERVISTA TC - Budel: "Triestina da battere, Monza una Ferrari"

17.08.2019 14:00 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
INTERVISTA TC - Budel: "Triestina da battere, Monza una Ferrari"

Alessandro Budel, a lungo giocatore di Serie A e adesso commentatore di DAZN, in esclusiva a TuttoC.com ha commentato la prossima stagione di tre club di Serie C incontrati sul proprio cammino.

Cominciamo dalla Feralpisalò.
"Aver fatto il viceallenatore nel finale della passata stagione è stata una bellissima esperienza. Poi con Zenoni mi son trovato benissimo ma purtroppo non sono riuscito ad andare avanti, perché ero impegnato con l'azienda di famiglia e con le telecronache. Per quanto riguarda la nuova stagione, ha fatto acquisti importanti come Rinaldi, Carraro, Eleuteri e Zambelli. Quest'ultimo l'ho avuto come compagno e so che per vincere un campionato è un giocatore da avere in rosa. Caracciolo è rimasto e questo è un segnale molto importanti. Possono puntare a vincere la Serie C anche se io son di parte, visto che per me Damiano potrà fare un salto di qualità insieme alla squadra. La Coppa domani contro la SPAL? Comunque vada sarà una soddisfazione averci giocato ma non credo che i gardesani faranno brutte figure".

In carriera hai militato nella Triestina, prossima avversaria proprio dei lombardi nel Girone B.
"Gli alabardati erano già forti un anno fa, ricordo quando la incontrai nel precedente campionato. È una squadra quadrata con giocatori che là davanti fanno la differenza. Ha capito come funziona il campionato, sarà la squadra da battere".

Nel Girone A ci sarà ancora la Pro Vercelli, ultima tua squadra da calciatore.
"Onestamente dai piemontesi mi aspettavo qualcosa in più l'anno scorso, pensavo potessero ambire a qualcosa in più. E invece non sono mai stati in lotta per il primo posto e sono usciti quasi subito anche nei playoff. Adesso a guidarli è Gilardino, col quale ho giocato insieme al Parma. So quanta voglia ci mette nelle cose e spero che questo sia un bel trampolino di lancio per lui. Ma sa che non sarà affatto facile: Vercelli è una piazza storica e di fronte, inoltre, si troverà un Monza che è in grado di investire come una squadra di A. A tal proposito credo che Brocchi abbia in mano una Ferrari".