INTERVISTA TC - Caracciolo: "Convinto dal progetto del Lumezzane"

28.07.2020 17:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Fotolive/Feralpisalò
INTERVISTA TC - Caracciolo: "Convinto dal progetto del Lumezzane"

Dopo venti stagioni tra i professionisti Andrea Caracciolo riparte dal campionato di Eccellenza. Il nuovo attaccante del Lumezzane spiega la sua scelta in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com: "Ho conosciuto Camozzi, uno degli imprenditori che fanno parte di questa società, mi ha colpito il suo lato umano e il progetto che mi è stato proposto. Ho accettato senza guardare ala categoria anche perchè, a quasi 39 anni, credo sia più importante guardare alla serietà della società a cui ti affidi. Partendo da una categoria inferiore avrò la possibiità di trasmettere ai ragazzi più giovani il mio credo e i miei valori. Nel calcio non è facile trovare persone corrette e leali. Il tecnico Stankevicius, mio ex compagno al Brescia, è sicuramente una di queste".

Che anno è stato quello da poco concluso?
"Come per tutti è stato un anno difficile, abbiamo vissuto una pandemia che non ci può lasciare indifferenti. Spero che si possa ripartire a settembre con più certezze e meno paura per tornare a fare quella vita normale che tutti vogliamo".

Come valuti la stagione della Feralpisalò?
"Condizionata da questo stop obbligato. Eravamo in corsa, col nuovo allenatore stavamo tenendo un buon passo. Nei playoff siamo stati sfortunati, ci è stato annullato ingiustamente un gol al Padova, la partita sarebbe potuta andare diversamente. Andando avanti la nostra condizione poteva migliorare, evidentemente il destino della Feralpisalò in questa stagione era questo".

Reggiana meritatamente in B?
"La Reggiana ci ha fatto quattro gol all'andata, giocando un calcio molto organizzato. Sono contento che siano andati in B perchè sono una bella piazza con un grande pubblico".