INTERVISTA TC - Dg Picerno: "3 in uscita. Melillo? Richieste importanti da D"

25.08.2022 11:30 di Redazione TC Twitter:    vedi letture
Fonte: con la collaborazione di Laerte Salvini
Vincenzo Greco
TMW/TuttoC.com
Vincenzo Greco

Presentazione ieri in casa Picerno della rosa per la stagione 2022/23. Nell'occasione è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com il direttore generale Vincenzo Greco per fare il punto sul mercato rossoblù.

Ci saranno altre operazioni di mercato per inserire qualche elemento in rosa?
"Il mercato è chiuso in entrata e sto lavorando solo per tre profili che per una questione numerica sono fuori lista e con cui lavoriamo per trovargli una soluzione altrimenti resteranno fuori rosa da noi".

Ieri nel corso della presentazione della squadra è stato annunciato l'arrivo di un giocatore senegalese e gli indizi fanno pensare a Diop della Paganese...
"Sto trattando un altro attaccante da portare in rosa, sicuramente Diop è uno dei profili per il quale ho parlato ma oltre lui ce ne sono anche altri".

Com'è nata la separazione con Melillo dopo meno di un mese?
"Il giocatore non si è integrato bene all'interno del gruppo, ovviamente parliamo di un giocatore che in categoria inferiore aveva avuto richieste importanti. Da noi lottava per il posto e probabilmente e quando ha avuto un offerta che gli permetteva un ruolo da protagonista non ho desistito ed è arrivata la separazione".

Quali sono le prospettive di crescita di Kouda?
"Kouda è un profilo sul quale ho investito perché ho acquistato il suo cartellino e al giocatore ho fatto un contratto triennale. È un profilo molto interessante, di doti sia tecniche che fisiche. Sono convinto che in questa squadra e in questo ambiente potrà fare il salto di qualità. Ha la fortuna di continuare il suo percorso con mister Longo che nella passata stagione già lo ha allenato, spero che possa dimostrare il suo valore e credo che in futuro sentiremo parlare di questo ragazzo anche in categorie superiori"

Il gruppo è rimasto quasi invariato. Cosa possono dare i più esperti?
"Dettori, Reginaldo e De Franco, Pitarresi ed Esposito sono calciatori che sono con noi da due anni o più. Ho cercato di trattenere e di rinforzare il gruppo storico perché la nostra forza è il gruppo. Il gruppo è affiatato e c'è grande armonia".

Quali sono gli obiettivi della primavera? C'è qualche elemento che può far bene in prima squadra?
"Dagli anni passati e quest'anno ancora di più ho deciso di puntare sui giovani del settore giovanile consolidando la struttura inserendo figure importanti. Abbiamo investito sui ragazzi della regione aggiungendo qualche elemento delle regioni limitrofe. Santarcangelo, Orsi e Cerrone sono prodotti del nostro vivaio sul quale puntiamo tantissimo. Noi costantemente permettiamo ai ragazzi del settore giovanile di interfacciarsi con la prima squadra per farli confrontare con quello che è lo spogliatoio fatto di giocatori più esperti".

Quali sono le favorite di questo girone?
"In attesa di sapere gli esiti della sentenza di oggi le favorite per me sono 4-5 squadre. Rispondono ai nomi di Catanzaro, Crotone, Pescara, Foggia e Avellino poi ovviamente ogni anno c'è sempre la sorpresa e secondo me la Virtus Francavilla e il Monopoli stanno lavorando bene. Sarà un campionato equilibrato rispetto agli scorsi anni senza "un'ammazzagrandi"".