INTERVISTA TC - Ds Gozzano: "Noi il primo avversario di Ancelotti"

12.07.2018 16:40 di Sebastian Donzella Twitter:   articolo letto 961 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Ds Gozzano: "Noi il primo avversario di Ancelotti"

Il piccolo Gozzano contro il gigante Napoli. Sarà il club neopromosso in serie C a inaugurare la stagione dei partenopei nell'amichevole di sabato in Trentino. TuttoC.com ha intervistato in esclusiva il direttore sportivo dei piemontesi, Alex Casella, per capirne di più su questo inizio di stagione.

Tra 48 ore con i vice-campioni d'Italia.
"Un match dal fascino incredibile, un bel biglietto da visita per l'ingresso del Gozzano nel professionismo. Intanto perché affronteremo una squadra tra le top in Europa e poi perché il caso ha voluto che sarà la prima gara in assoluto di Carlo Ancelotti sulla panchina del Napoli. Quindi ci sarà un'attenzione mediatica con pochissimi eguali sia in Italia che all'estero: questo perché parliamo di uno degli allenatori più vincenti di sempre".

Dall'altro lato ci sarà mister Soda, al rientro tra i professionisti dopo tanti anni.
"Il nostro nuovo tecnico ha fatto calcio vero sia da giocatore che da allenatore, facendo benissimo in piazze importanti. Volevamo un tecnico con tantissime motivazioni, perché la nostra fame è tanta e dovevamo cercare un mister come noi. Un mister fuori dal giro, che non fosse appagato, ma che avesse le capacità di allenare in serie C. E quello di Antonio Soda era l'identikit perfetto".

Come procede la costruzione della rosa?
"Abbiamo mantenuto un'ossatura importante dopo la vittoria del campionato in Serie D: sono rimasti con noi i vari Emiliano, Gigli, Lunardon, Guitto, Messias, Gemelli, Torbini, Evans, Petris, Romeo, Gilli".

E i nuovi?
"Sono arrivati in ritiro con noi Casadei, Mané, Rolfini, Testardi, Rolando Eugio e Tumminelli. Un mix tra calciatori di D e altri che hanno già giocato in categorie superiori e sapranno darci una grande mano".

Ultimo mese di mercato: cosa aspettarci?
"L'ottica nostra è alzare il livello di una squadra che ha ottime basi per partire: quindi prenderemo giocatori esperti e importanti per un campionato che ci porti alla salvezza. 3-4 giocatori saranno sicuramente inseriti. Ne stiamo valutando tanti, noi abbiamo la possibilità di partire da zero nel comporre le liste, quindi possiamo lavorare senza fretta e non abbiamo problemi nel doverci liberare di calciatori sotto contratto. Arriveremo a una decina di over per avere lo spazio di poter inserire un paio di calciatori all'ultimo".

Il tutto in vista del campionato che vedrà non pochi derby.
"Novara, Vercelli, Alessandria, Cuneo e, forse, Juve B. Parliamo di squadre che da anni fanno il professionismo, alcune sono anche grandi piazze che puntano alle categorie superiori. Sarà bellissimo affrontarle e raggiungere la salvezza".