INTERVISTA TC - Grosseto, Magrini: "Lavorato in sintonia con Giammarioli"

18.08.2021 12:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Grosseto, Magrini: "Lavorato in sintonia con Giammarioli"

Una nuova stagione alle porte per il Grosseto con Lamberto Magrini in panchina, ripetersi l'obiettivo dopo il grande campionato dello scorso anno. Ai microfoni di TuttoC.com, a tal proposito, è intervenuto lo stesso tecnico dei maremmani.

Si ricomincia ed è subito Coppa Italia, tiriamo le somme di questo pre campionato.
''Abbiamo fatto un buon lavoro, peccato per l'infortunio di Gorelli, se sarà una cosa lunga dovremo intervenire sul mercato, per noi è un giocatore molto importante. Deve fare un controllo, speriamo in primis per lui non sia un lungo stop''.

Si riparte ma con l'esclusione di diverse squadre importanti.
"Sono molto critico in merito, ci sono delle regole da rispettare e quindi queste società non avevano i requisiti giusti per iniziare il campionato. Queste cose non dovrebbero succedere nel 2021 nel mondo del calcio. Sono stati rigidi, poi aggiungo che non è giusto che tante squadre in difficoltà economica continuino a tesserare giocatori importanti per poi fallire. Questo va a scapito di società come il Grosseto e tante altre che guardano prima il bilancio e poi tesserano i calciatori, magari prendono giocatori di categorie inferiori per mantenere il budget. E' sbagliato anche ridurre le società".

Serve la riforma?
"Non è la riforma, io ho iniziato a giocare con sei gironi da professionisti in Serie C e ora sono tre e ci sono ancora problemi. La lega non deve iscrivere le società in difficoltà, lo scorso anno il Trapani non ha giocato nemmeno una partita ma era stata iscritta. Anche se riduci le squadre lo stesso ci sono squadre che falliscono, devono trovare un regolamento per tenere i bilanci sotto controllo".

Che partita sarà con il Campobasso?
"Quando inizia la stagione comincia l'ansia da risultato, per noi è un test importante e sono una squadra neopromossa che ha tenuto una parte della rosa. Sarà un test importante da non sottovalutare. Siamo a buon punto ma ancora dobbiamo lavorare tanto".

Mercato importante con Giammarioli?
"Il direttore ha lavorato benissimo sotto l'aspetto dei giovani, abbiamo preso dei ragazzi interessanti valorizzati. Ha portato dei giocatori interessanti e sono quasi tutti di prima fascia, mi ha accontentato in tutto prendendo anche due trequartisti come volevo io. Abbiamo operato con le stesse idee".

Poi ci sarà il Modena.
"E' la pretendente per la vittoria del campionato, continuano ad investire acquistando giocatori importantissimi. Spero che siamo pronti alla prima gara altrimenti contro una corazzata come il Modena potresti fare brutta figura. Abbiamo lavorato bene".

Quanta voglia ha di ricominciare?
''Ho l'entusiasmo della prima volta, anche se forse sono il più vecchio. La dice lunga anche come la vivo io con le varie squalifiche, in modo molto passionale''.