INTERVISTA TC - Mutti: "Bari, progetto valido. Rinforzi sì ma senza fretta"

24.07.2020 19:00 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
INTERVISTA TC - Mutti: "Bari, progetto valido. Rinforzi sì ma senza fretta"

L'allenatore Bortolo Mutti, in passato anche alla guida del Bari, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per un commento sulla finale playoff:

I Galletti erano dati per favoriti e in molti pensavano l'avrebbero spuntata.
"Io non ne ero poi così sicuro vista la consistenza della Reggiana, che ha fatto un campionato importante, arrivando seconda. Aveva dalla sua anche questo ragazzo, Kargbo, che ha deciso la gara e ha messo in difficoltà la difesa del Bari un po' macchinosa. Non davo quindi così scontata la promozione del Bari. Chiaro che il blasone e l'esperienza della squadra potevano farlo pensare. Ma a giochi fatti la Reggiana ha meritato il risultato finale per la gestione della partita e nelle occasioni che ha avuto. Ha vinto la squadra migliore".

A questo punto il Bari da dove deve ripartire?
"Deve essere un elemento di analisi del club. Nel prossimo torneo il campionato nel suo girone meridionale vedrà la partecipazione del Palermo e di altre compagini forti. C'è comunque una base forte, importante, ha sfiorato la promozione e c'è fiducia nel progetto. Magari con quei piccoli correttivi per colmare quelle lacune che si possono migliorare come in tutte le squadre. Il progetto è molto valido, bisogna lavorare guardando al futuro".

Dove si può rinforzare questa squadra?
"Se guardiamo i singoli sarebbero tutti da confermare. Bisogna valutare quali opportunità darà il mercato, la squadra è già ben strutturata. Nel percorso da qui all'inizio del prossimo torneo potrebbero innescarsi delle opportunità anche in posizioni che si danno per scontate. Bisogna essere vigili e cogliere le chance per innesti mirati, il gruppo così com'è è arrivato in finale. Se il Bari vuol fare come la Reggina l'anno prossimo deve fare qualche intervento ma non ci deve essere fretta". 

Il Bari ripartirà da mister Vivarini?
"Penso proprio di sì. E' un allenatore che è entrato in corsa con delle problematiche. E' riuscito a creare una striscia di positività e risultati belli e importanti. Una partita non può decidere il futuro. Quando non vinci va valutato il discorso tecnico ma il lavoro di Vivarini deve essere considerato anche in virtù del suo arrivo in un momento in difficoltà, riportandola ai livelli che le competono".