Top & Flop di Renate-Piacenza

28.02.2021 17:20 di Matteo Mosconi   Vedi letture
Juri Gonzi, Piacenza
TMW/TuttoC.com
Juri Gonzi, Piacenza
© foto di Michele Maraviglia/UC AlbinoLeffe

In pieno recupero il Piacenza di Cristiano Scazzola agguanta un pareggio fondamentale in ottica salvezza contro un Renate apparso troppo remissivo nella ripresa: la squadra di Diana sciupa così l’opportunità di avvicinarsi al Como in vetta alla classifica.

Nella prima frazione i lombardi amministrano bene la gara, e dopo una conclusione a lato di poco di Rada, sbloccano la contesa: minuti ventuno, Merletti di testa serve Maistrello che, in posizione regolare, fulmina con un diagonale destro Libertazzi portando in vantaggio le pantere. La prima frazione non regala ulteriori sussulti, complice un atteggiamento molto difensivo degli ospiti.

Nella ripresa qualcosa cambia, il Renate si abbassa molto a difesa del gol di vantaggio e il Piacenza aumenta i giri del motore alla ricerca del pari. La grande chance arriva a pochi minuti dal termina, ma il destro al volo di Pedone termina largo alla destra di Gemello. Sembra finita, ma al 93’ i biancorossi trovano il punto del pareggio: Palma scodella in mezzo alla ricerca di Maio, la sfera viene prolungata e arriva sul destro di Gonzi, che si sposta la sfera e calcia, trovando una deviazione e battendo l’estremo di casa. Un pareggio come detto meritato, che consente alla truppa di Scazzola di allontanarsi dalle zone calde. Tanto, tantissimo rammarico invece per i neroazzurri, che gettano alle ortiche una ghiotta chance per riaprire definitivamente i giochi promozione.

Andiamo a vedere i Top & Flop della gara:

TOP

Tommy Maistrello (Renate): Ottima prestazione quella dell’ex Fermana, che sblocca il match e lotta per tutto l’arco dei novanta minuti contro i difensori del Piacenza. Uno dei pochi a far salire la squadra nella ripresa. GLADIATORE

Juri Gonzi (Piacenza): Impossibile non eleggerlo a top della sua squadra: crea costantemente pericoli sulla fascia sinistra e soprattutto indovina il destro del pareggio in pieno recupero. Un’autentica maledizione per il Renate, colpito per tre volte dal numero 26 in due gare. MATTATORE VERO

FLOP

L’atteggiamento nella ripresa (Renate): Troppo remissiva la formazione di Diana, che commette l’errore di abbassarsi poco dopo l’ora di gioco, concedendo al Piacenza la possibilità di portare a casa un punto d’oro per il prosieguo del campionato. SULLE GAMBE

Elia Visconti (Piacenza): Soffre moltissimo nel corso della prima frazione e dalle sue parti non riesce mai ad impensierire la difesa del Renate. Scazzola lo toglie nell’intervallo, lasciando spazio ad un decisamente più in palla Lamesta. SPENTO