Rimini, Troise: "Siamo ancora lì, possiamo dire la nostra senza fare drammi"

03.03.2024 21:30 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Emanuele Troise
TMW/TuttoC.com
Emanuele Troise
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Secondo ko di fila per il Rimini, che dopo essere stato eliminato dalla Coppa Italia Serie C per mano del Catania, perde anche in campionato sul campo della Lucchese. Al termine del match è quindi intervenuto mister Emanuele Troise: "Anche la Lucchese aveva giocato la gara di Coppa Italia, quindi sotto l’aspetto sia fisico sia psicologico si giocava alla pari. È chiaro che siamo delusi per il risultato, comunque i ragazzi hanno messo tutto in campo e hanno creato secondo me anche tante occasioni per pareggiarla. Aver subito dopo il primo anche il secondo gol in una partita del genere ha reso più complicato pareggiarla, soprattutto se non la riapri subito con l'occasione più importante di Malagrida, per andare sul 2-1. Poi più passava il tempo più diventava complicato riacciuffarla, nonostante ciò anche nei minuti finali abbiamo avuto le nostre occasioni per pareggiarla. Dispiace perché i due gol subiti nascono da un corner, soprattutto sul secondo avremmo potuto fare qualcosa in più, ma sono cose che succedono nel calcio.

C’è stata un’incomprensione, è stato bravo Gucher a crederci. Noi facciamo i complimenti alla Lucchese e andiamo avanti dopo una partita che secondo me, al di là della difficoltà per il fatto che si stia giocando ogni tre giorni, è stata resa difficile, per entrambe le squadre, anche dal campo. Comunque la prestazione è stata fatta. Non c’è tempo: mercoledì abbiamo un’altra partita molto importante contro il Sestri Levante. Siamo ancora lì, possiamo dire ancora la nostra, senza fare drammi. Testa a mercoledì".