Top & Flop di Reggiana-Fermana

05.12.2021 16:40 di Francesco Ragosta   vedi letture
TOP REGGIANA: Lanini
TMW/TuttoC.com
TOP REGGIANA: Lanini
© foto di Sinisa Erakovic/Foto Olimpia

La Reggiana non molla il primo posto, torna alla vittoria davanti al proprio pubblico superando meritatamente 2-1 la Fermana e continua nel testa a testa in vetta alla classifica con il Modena, vittorioso in rimonta nel finale a Imola. Le due emiliane restano appaiate a quota 39 punti, quattro in più del Cesena terzo per quello che sarà un lungo derby per la promozione diretta in Serie B. La squadra di Diana porta a diciassette le sue partite senza sconfitte e ritrova il successo in casa che mancava da un mese.

La Reggiana parte subito all’attacco, imponendo il proprio gioco e all’undicesimo minuto passa già in vantaggio con un gran colpo di testa di Lanini, ancora più pregevole l’assist di Luciani che da destra ha fatto partire un cross perfetto. Il gol non cambia l’andamento della partita con la squadra di Diana sempre in controllo del match e la Fermana ad attendere e sperare in qualche ripartenza. Al 24’ è Cauz a sfiorare il raddoppio con un colpo di testa su angolo battuto da Cigarini, respinto con un gran riflesso da Ginestra. Sembra tutto facile per i padroni di casa, ma il quarto d’ora finale sembra diventare quasi un incubo: al 33’ un pasticcio della difesa con Voltolini che esce dalla propria porta e non si capisce con un proprio compagno spalanca la porta a Nepi che a porta vuota trova il pareggio.  Al 40’ Zamparo si guadagna un calcio di rigore, ma spreca la possibilità di riportare avanti la Regia facendosi intuire la conclusione da Ginestra. La squadra di Diana riesce a risvegliarsi giusto poco prima dell’intervallo sfruttando un calcio d’angolo di Radrezza che pesca la testa di Libutti che con un colpo di testa supera Ginestra per il nuovo vantaggio granata. La ripresa inizia con Zamparo che si avventa su un tiro-cross da fuori di Cauz, ma da ottima posizione in spaccata manda la palla alta sulla traversa. Il pomeriggio della Fermana si complica al 60’ quando Mbaye si fa espellere per una gomitata a Rossi. Sotto di un uomo per i gialloblu diventa quasi impossibile tentare una nuova rimonta. Lanini va vicino al tris con un tiro al volo trovando l’opposizione dei pugni di Ginestra. I minuti finali trascorrono con la Reggiana in controllo che non chiude il match e la Fermana che prova a rendersi pericolosa soprattutto con i calci piazzati senza però riuscire a creare veri pericoli a Voltolini. Anzi è Rosafio, appena entrato a sfiorare il terzo gol per la Reggiana nel recupero trovando ancora una volta una gran risposta di Ginestra. 
Per i marchigiani si conferma così il rendimento altamente negativo in trasferta, settima sconfitta in otto partite giocate lontano da casa. Questa forse era il match peggiore per invertire il trend. Ma è stato negativo quest’oggi l’atteggiamento troppo rinunciatario fin dai primi minuti. La squadra di Riolfo scivola al diciassettesimo posto ed è sempre più in zona playout. Ecco Top e Flop della gara.

TOP

Lanini (Reggiana): il gol arriva con un gran colpo di testa su assist che è un cioccolatino solo da scartare di Luciani. Lui però non si accontenta del gol trovato e sfodera una prestazione con tanta grinta e qualità, sopperendo anche al pomeriggio negativo del compagno di reparto. Va vicino alla doppietta nella ripresa e si merita la standing ovation del proprio pubblico quando Diana lo toglie a cinque minuti dal termine. DECISIVO

Ginestra (Fermana): subisce due gol da due colpi di testa che sembrano imprendibili. Il 42enne estremo difensore gialloblu però si supera quando respinge il rigore a Zamparo. Sempre attento nelle uscite, nella ripresa torna protagonista respingendo con i pugni un gran tiro di Lanini e una conclusione a botta sicura di Rosafio. IMPECCABILE

FLOP

Zamparo (Reggiana): un pomeriggio negativo per il capocannoniere granata. Si procura il rigore che potrebbe riportare i suoi  avanti, ma se lo fa respingere da Ginestra. Ad inizio ripresa ha l’occasione per il riscatto, ma non centra la porta da ottima posizione. Non riesce ad entrare nel match e l’errore dal dischetto lo condiziona in maniera evidente fino al cambio di Diana. FUORI GIRI

Mbaye (Fermana): prestazione sufficiente per un’ora, ma poi rovina tutto complicando il pomeriggio dei suoi compagno quando decide di proteggersi in maniera troppo violenta dal pressing di Rossi. Una gomitata inutile che mette fine alla sua partita rendendo praticamente impossibile ogni speranza di rimonta della sua squadra. PRECIPITOSO