Catania, Lucarelli: "Sconfitta che non ci ridimensiona, dobbiamo migliorare"

11.12.2019 18:20 di Dario Conti   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Catania, Lucarelli: "Sconfitta che non ci ridimensiona, dobbiamo migliorare"

Dopo tre vittorie consecutive, tra campionato e Coppa Italia, il Catania si ferma di nuovo al 'Torre' contro la Paganese, che vince col punteggio di 3-1 nel recupero della tredicesima giornata di campionato. A fine gara il tecnico degli etnei Cristiano Lucarelli ha commentato la seconda battuta d'arresto sotto la sua gestione:

"Abbiamo creato moltissimo, ma non sfruttando le occasioni. Abbiamo subito gol solo su calcio piazzato. Su un campo così brutto diventava difficile riuscire a fare di meglio contro una squadra, che si difende con undici uomini dietro la linea della palla. Dal punto di vista del risultato, non possiamo essere soddisfatti, ma se guardiamo come è maturata questa sconfitta, per me è stata una prestazione che ha soddisfatto. E’ stata una partita decisa da quattro calci piazzati, ma il Catania si è proposto di più, anche se il risultato dice che ha vinto la Paganese. Hanno avuto il merito di concretizzare le occasioni avute, quindi a loro vanno i complimenti. Personalmente non ho visto un brutto Catania, altrimenti lo avrei detto tranquillamente. La squadra mi è piaciuta di più rispetto a domenica, si è proposta in una certa maniera, quando ha avuto gli spazi. La verità è che subiamo troppi gol da calcio piazzato, in questo senso bisogna continuare a lavorare. Settima sconfitta in trasferta? Io ne ho fatte due, ho tanto da lavorare sul campo e non posso guardare a quello che avviene fuori o ai tifosi. Guardo al mio lavoro, non ho mai pensato di essere il mago Merlino. Sicuramente sarebbe stato importante dare una certa continuità di risultati, ma il campionato di C è anche questo. Usciamo ridimensionati nel risultato, ma non nella prestazione. Il turnover? Giochiamo ogni tre giorni e non posso mettere in campo gli stessi 11. Abbiamo giocato una partita 48 ore fa con il Rende, mentre la Paganese ha giocato sabato. Mercato? E' ancora prematuro parlarne. Noi comunque vogliamo fare più punti possibile, anche per capire chi può darci una mano. E' chiaro che se le perdiamo tutte, non è facile convincere i giocatori a venire. Già le notizie che girano non sono delle più invoglianti per un giocatore. Comunque ne parleremo dopo il 22 di dicembre”.