Top & Flop di Catanzaro-Juve Stabia

19.12.2020 20:05 di Emmanuele Sorrentino   Vedi letture
Top & Flop di Catanzaro-Juve Stabia
TMW/TuttoC.com
© foto di Andrea Rosito

Pari pirotecnico al Ceravolo: il Catanzaro di mister Calabro impatta 2-2 con la Juve Stabia e mancano il sorpasso al Teramo, che non va oltre l'1-1 con la Cavese al Bonolis. Grande prova di coraggio per le Vespe, che, sotto per ben due volte, sono riuscite a ristabilire l'equilibrio di un match vivace, sfiorando allo scadere il colpaccio.

La prima frazione di gioco si apre con un'occasione per il Catanzaro già dopo 2' di gioco: Verna riceve palla dalla destra, provando di prima intenzione la conclusione rasoterra dal limite, ma la palla si perde direttamente sul fondo. Al 9' gli ospiti si fanno vedere con Romero, che riceve palla da corner e con il piattone sotto porta manda alto. Un giro di lancette dopo è Di Massimo a cercare la porta, ma la conclusione a giro è debole: blocca Tomei. Cinque minuti dopo è sempre il numero 18 giallorosso a farsi vedere, stavolta di testa su traversone di Corapi: l'estremo difensore stabiese in questa circostanza deve compiere un intervento prodigioso per salvare la propria porta. Al 23' Orlando tenta la conclusione dalla distanza, ma la sfera si alza troppo. Al 28' la Juve Stabia ha la ghiotta occasione per portarsi in vantaggio: Fazio sgambetta Fantacci in area, per l'arbitro Fiero è calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Romero che si fa ipnotizzare da Branduani. Un giro di lancette dopo è Riccardi di testa a rendersi pericoloso, ma la sfera termina alta sopra la traversa. Al 43' la rete delle Aquile: punizione di Corapi dalla trequarti di sinistra, deviazione di Romero in barriera e Tomei battuto.. Due minuti dopo Contessa ha la ghiotta occasione di portarsi sul 2-0, ma il numero 3 giallorosso, dopo aver superato Garattoni con una finta, manda la sfera di poco alta sopra la traversa.

La ripresa vede nuovamente il Catanzaro pericoloso con Di Massimo, che al 53' raccoglie un ross dalla sinistra di Contessa e sotto porta spara alto. Due minuti dopo è Vallocchia con un tiro a giro docile, blocca senza problemi Branduani. Calabro preserva due dei tre ammoniti in campo, lanciando Risolo e Di Piazza al posto di Corapi, autore anche del gol che ha aperto le danze al Ceravolo, e Di Massimo. Al 66' Romero in tuffo manda a lato: sono le prove tecniche per il gol che arriva tre minuti dopo. Romero riceve palla al limite dell'area, vince la marcatura stretta di Riccardi e da terra appoggia per il neoentrato Ripa, il quale vede e serve Orlando, scattato sul filo del fuorigioco: Branduani non esce e per il numero 11 stabiese è un gioco da ragazzi appoggiare in rete. Ma le emozioni al Ceravolo non finiscono: al 76' un acciaccato Riccardi riporta le Aquile in vantaggio. Lancio dalle retrovie in area per Evacuo che fa da sponda per Riccardi che controlla e calcia in porta, Tomei non può nulla, la sfera si insacca in rete. Risponde subito la Juve Stabia con due occasioni: prima Orlando con una conclusione rasoterra bloccata da Branduani, poi con Ripa all'83' spizzando di testa ma senza trovare la porta. All'86' arriva il secondo pareggio della Juve Stabia: Ripa appoggia al limite per Romero che apre per Golfo il cui diagonale, oomplice una deviazione, batte Branduani sul proprio palo. Ancora Ripa in pieno recupero va vicino alla rete, ma di testa manda alto.

Nel prossimo turno, in programma mercoledì 23, il Catanzaro farà visita al Catania alle ore 15.00, mentre la Juve Stabia ospita la Casrtana nel derby del Menti alle ore 20.30.

Ecco i Top & Flop del match:

TOP

Francesco Corapi (Catanzaro): inventa, segna, lotta come un leone; per gli ospiti è un pericolo costante. L'esperienza lo aiuta, grazie alle sue giocate il Catanzaro affronta il match con il piglio giusto. I giallorossi calano quando Calabro decide di preservarlo, poiché già ammonito. INVENTORE

Francesco Ripa e Francesco Golfo (Juve Stabia): proprio quando le Vespe sembrano non averne per contrastare le avanzate dei giallorossi, Padalino, seppur in ritardo, caccia fuori dal cilindro la doppia mossa che rischia addirittura di portare ai gialloblu un insperato successo. Subentrati rispettivamente a Fantacci e Garattoni, cambiano l'inerzia della gara, partecipando attivamente al doppio pareggio e mancando per poco il 2-3. FENOMENALI

FLOP

La paura di vincere del Catanzaro: la formazione di Calabro non riesce a difendere il vantaggio accumulato, facendosi rimontare dalle Vespe. Due volte avanti e due volte ripresi: Orlando e Golfo stroncano le ambizioni d'alta classifica delle Aquile, costrette a tornare con i piedi per terra. Sfruttato nel peggior modo possibile il passo falso del Teramo. INGENUI

Luca Berardocco (Juve Stabia): le Vespe spingono sulle corsie esterne, specie sulla sinistra, mentre a centrocampo manca quell'invenzione che possa cambiare le sorti del match. Match sotto le aspettative, sebbene le fiammate dei neoentrati non l'abbiano fatto pesare più di tanto. DA RIVEDERE

RIVIVI LE EMOZIONI DEL MATCH!