INTERVISTA TC - Ag. Marcheggiani: "Addio al Rieti? Tanti club interessati"

22.11.2019 16:40 di Antonino Sergi   Vedi letture
INTERVISTA TC - Ag. Marcheggiani: "Addio al Rieti? Tanti club interessati"

Francesco Marcheggiani, otto gol messi a segno in stagione con la maglia del Rieti nonostante il caos societario delle ultime settimane. Diverse voci riguardo ad una sua partenza con Stefano Guercini, procuratore dell'attaccante, che fa chiarezza in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com.

Era difficile auspicare un ritorno più difficile per Marcheggiani a Rieti.
"Per Francesco è il ritorno alla squadra del cuore. Poi purtroppo si è rivelata una situazione estremamente delicata che ha portato a tutti quei sentimenti di frustrazione e delusione che hanno caratterizzato questo periodo. Ha rinunciato a proposte allettanti sia in C che in D. Questo ritorno a Rieti si è poi rivelato veramente difficile ed una grande delusione per chi aveva sposato un progetto all'inizio"

Nonostante tutto i numeri sono dalla sua parte, la stagione fin qui è da considerare positiva.
"E' estremamente positivo il percorso fin qui intrapreso. In Italia indipendentemente dalle categorie ha la media di un gol ogni due partite, ha sempre segnato ed il suo mestiere lo fa bene. I compagni d'attacco si trovano molto bene con lui, rimane però la delusione di quanto successo in questo momento. I ragazzi sono stati esposti alle intemperie e alla burrasche del club".

Le voci di mercato in questo periodo si susseguono.
"E' sulla bocca di tutti. C'è un discorso però legato al rispetto del regolamento e degli strumenti che sono stati forniti dagli avvocati dell'AIC che hanno accompagnato i ragazzi affinchè venissero tutelati nella maniera più completa i loro diritti. I ragazzi del Rieti, sicuramente si sono trovati in grande difficoltà ma hanno risposto in maniera professionale. Vanno presi ad esempio ed elogiati. Il regolamento e quello che succederà lo sapremo quando emergeranno tutte quelle risultanze determinate dalla messa in mora e tutto il resto. In questo momento il pensiero del ragazzo è quello di dare tutto per il Rieti, una squadra che ha voluto fortemente. In un certo momento i ragazzi sono stati l'unico appiglio per i tifosi e quindi ognuno di loro ha fatto e farà il proprio dovere fino in fondo. Nonostante le voci, il gradimento su Francesco è indipendente alla situazione della società. C'è un regolamento e tutti quanti noi vogliamo rispettarlo". 

Da escludere un addio anticipato? 
"Si vociferava, qualche voce di corridoio che non ha ragione di esistere in questo momento. Francesco è un calciatore del Rieti, per contratto lo è fino al 30 giugno. Quello che succederà è più legato al futuro della società, fino a qualche giorno fa non sapevamo se lo sciopero continuasse. Nessuno immaginava quello che è successo prima".