INTERVISTA TC - Galigani: "Mercato povero, troppi scambi di figurine"

31.01.2020 13:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
© foto di Ninni Cannella/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Galigani: "Mercato povero, troppi scambi di figurine"

L'ex direttore sportivo del Foggia Vittorio Galigani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per commentare le ultime ore della sessione invernale di calciomercato.

Che mercato è stato fino ad ora?
"Intanto ritengo che la finestra invernale sia troppo lunga. Comprimerei le date e mi limiterei a tre o quattro giorni nella prima decade di gennaio. In molti, come è accaduto negli ultimi anni, si sono semplicemente scambiati le figurine. È stato un mercato all'insegna delle scarse disponibilità economiche".

Cosa ti aspetti nella giornata di oggi?
"Il consueto pomeriggio caotico che contraddistingue le ultime ore di mercato. La corsa di qualche club a regalare qualche esubero, contribuendo anche economicamente ai costi. Nulla di nuovo insomma". 

Chi si è mosso meglio e chi peggio, girone per girone?
"Monza, Vicenza e Catanzaro hanno senza dubbio fatto operazioni importanti. Chi si è mosso peggio lo dirà il campo. Come ho detto, sono tanti i club che si sono semplicemente scambiati le figurine e del resto, non ci si può attendere niente di diverso da un sistema che accusa perdite annue pari a circa cento milioni di euro". 

Fino ad ora, quale consideri il colpo più importante?
"Non enfatizzerei troppo i colpi perché la categoria non esprime qualità eccelse. Ritengo, però, che per la Serie C, giocatori come Chiricò, Di Piazza e Nalini rappresentino valori importanti".