Imolese-Padova, padroni per riscattare, ospiti per la vetta: le probabili

23.01.2021 11:50 di Simone Cataldo   Vedi letture
Imolese-Padova, padroni per riscattare, ospiti per la vetta: le probabili
TMW/TuttoC.com
© foto di Valeria Debbia

Nella giornata odierna lo stadio “Romeo Galli” di Imola sarà teatro della sfida tra Imolese e Padova valevole per il ventesimo turno – primo del girone di ritorno - del campionato di Serie C girone B 2020/21.

La gara metterà di fronte due compagini dai destini completamente differenti, con i padroni di casa che lotteranno fino a fine anno per la salvezza e gli ospiti che faranno del loro meglio per poter agguantare il primo posto e dunque la promozione in cadetteria. L’Imolese, reduce dal cambiamento di tecnico, con l’arrivo di Catalano poche ore prima del giorno di Natale, è reduce dalla vittoria di sabato 16 gennaio contro il Matelica (2-0) che ha scacciato i fantasmi di un lungo purgatorio, che ha visto i rossoblù perdere ben nove gare di seguito e non trovare i tre punti per 12 gare. Potrebbe dunque essere il momento della svolta per la banda di Catalano, che fino ad oggi ha racimolato solamente 15 punti frutto di quattro vittorie, tre pareggi e 12 sconfitte, risultati che li hanno relegati al diciassettesimo posto della graduatoria in zona play-out. Il Padova di Mandorlini, invece, come detto sopra è in corsa per la vetta. Il quarto posto in classifica è solo allusivo, dato che i 36 punti raccolti finora (11 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte) li pongono a una sola lunghezza di distanza dalla prima posizione occupata momentaneamente dal Sudtirol. Per loro un rendimento costante, con una media di due punti a partita!

Gli ultimi due precedenti, ovvero quelli relativi alla scorsa stagione, hanno visto le due squadre dividersi la posta in palio con all’andata una vittoria per 2-0 dei biancoscudati e al ritorno una vittoria di misura per 0-1 degli imolesi. Tre in totale sono gli ex della gara, di cui due nell’Imolese e uno tra le fila del Padova. Nel caso dei Santernini si tratta di Enrico Piovanello, ala destra cresciuto calcisticamente nei biancoscudati, e Ivan Rondanini, terzino lo scorso anno in forza ai Padova nel campionato di Serie B. Per quanto concerne gli ospiti, invece, l’ex del caso è il centrale di centrocampo Hraiech, in forza nei patavini nella stagione 2018/19.

QUI IMOLESE – Per quanto concerne la formazione di Catalano sono tre gli assenti, ovvero l’esperto Rinaldi in difesa, Piovanello sulla corsia di destra e Morachioli sul versante opposto. Sarà dunque 4-3-2-1, con Siano tra i pali, il quale dovrebbe vedere davanti ad esso Rondanini, Carini, Pilati e Ingrosso. Al centro del campo dovrebbero esserci Lombardi, Provenzano e Torrasi. A far da supporto all’unica punta Polidori dovrebbero esserci Bentivegna e Alboni.

QUI PADOVA – Dal canto opposto mister Mandorlini dovrà fare a meno di diversi effettivi. Assenti in difesa Kresic e Biancon, a centrocampo Buglio, Halfredsson e Mandorlini, mentre nel reparto offensivo non compaiono tra la lista dei convocati Nicastro, Beretta e Jefferson. Sarà modulo a specchio per il Padova dell’esperto tecnico, che con il 4-3-3 dovrebbe schierare Vannucchi in porta, mentre in difesa Gasbarro, Rossettini, Curcio e Andelkovic. I tre di centrocampo dovrebbero essere Della Lotta, Ronaldo e Jelenic. Il tridente offensivo, infine, dovrebbe veder protagonisti Germano, Paponi e Bifulco.

IMOLESE (4-3-2-1): Siano; Rondanini, Carini, Pilati, Ingrosso; Lombardi, Provenzano, Torrasi; Bentivegna, Polidori, Alboni. A disp.: Rossi, Nannetti, Boccardi, Cerretti, Della Giovanna, Aurelio, Angeli, Mattiolo, D’Alena, Masala, Sabattini, Sall, Ventola. All.: Catalano.

PADOVA (4-3-3): Vannucchi; Gasbarro, Rossettini, Curcio, Andelkovic; Della Lotta, Ronaldo, Jelenic; Germano, Paponi, Bifulco. A disp.: Marelli, Burigana, Pelagatti, Fazzi, Ronaldo, Hraiech, Vasic, Biasci, Santini. All.: Mandorlini.

A dirigere il match tra Imolese e Padova sarà Luca Angelucci fischietto della sezione di Foligno, coadiuvato dagli assistenti Davide Meocci (Siena), Stefano Montagnani (Salerno) e Luca Zucchetti (Foligno).