INTERVISTA TC - Renate, Silva: "Il nostro obiettivo sono i playoff"

18.11.2021 07:30 di Stefano Scarpetti   vedi letture
Jacopo Silva
TMW/TuttoC.com
Jacopo Silva

Ha aperto le marcature domenica scorsa nella convincente vittoria di domenica scorsa del Renate contro la Pro Patria con un imperioso colpo di testa. Stiamo parlando di Jacopo Silva difensore centrale della formazione nerazzurra, al suo secondo anno nella compagine brianzola di cui è una colonna portante della retroguardia. L'ex calciatore del Piacenza è intervenuto ai microfoni di Tuttoc.com per fornire il suo giudizio di questo inizio di campionato:

Dopo la sconfitta di Piacenza mister Cevoli aveva sottolinato come queste sono le principali occasioni di crescita. Avete risposto domenica come meglio non potevate vincendo per 4-1 il derby lombardo con la Pro Patria:

"A Piacenza avevamo interrotto una serie positiva di oltre un mese, dove non eravamo riusciti ad esprimerci al massimo.  domenica scorsa siamo entrati in campo con la mentalità giusta cercando di fare le cose che sappiamo fare imponendo il nostro gioco. I risultati si sono visti portando a casa un successo importante condito tra l'altro da molti gol".

A proposito di reti, lei ha aperto le marcature siglando il suo secondo gol stagionale. Le palle inattive è una fase di gioco in cui lavorate molto?

"Sono contento di aver eguagliato il mio record di gol stagionali, per un difensore è un dato da sottolineare. In effetti noi cerchiamo di sfruttare queste situazioni che nel calcio moderno diventano sempre più importanti, ci lavoriamo per essere maggiormente efficaci sfruttando la nostra fisicità, con la Pro Patria le cose sono andate bene anche sotto questo profilo".

Avete cambiato in maniera significativa rispetto alla scorsa stagione, ma vi trovate ancora nelle posizioni di avanguardia del torneo. Ormai non potete più essere considerati una sorpresa?

"E' cambiato il mister, oltre a questo sono andati via dei giocatori che sono stati rimpiazzati. Inizialmente non è stato facile anche se con l'arrivo di mister Cevoli le cose hanno cominciato a girare nella giusta maniera, con lui stiamo facendo molto bene seguendo quelle che sono le sue indicazioni. Oltre a questo lavoriamo in un ambiente dove c'è tutto per esprimersi nel migliore dei modi".

Siete un autentica macchina da gol, sono ben 32 le reti messe a segno allo stesso tempo però è rilevante anche il dato legato alle reti subite. I 19 gol subiti sono imputabili al vostro atteggiamento spregiudicato che vi porta a sbilanciarvi esponendovi alle giocate avversarie?

"Certamente da difensore sono dati che fanno particolarmente piacere. Sicuramente è una chiave di lettura condivisibile, nel senso che giocando con tre attaccanti sei portato a sbilanciarti, anche se dobbiamo cercare di registrare in qualche modo la fase difensiva. Se vogliamo rimanere in una certa posizione di graduatoria dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista".

A proposito di graduatoria vista la vostra posizione dentro di voi nello spogliatoio pensate ad un obbiettivo, spesso voi calciatori dite che non ce ne sono, ma il filotto di risultati conseguiti non è avvenuto per caso.

"Credo sia difficile sapere quale sia il nostro futuro, per il momento stiamo facendo bene sia sotto l'aspetto del gioco e atteggiamento e dei risultati. La classifica è molto buona ma è ancora presto per fare considerazioni sul proseguo della stagione. Sicuramente questa lunga serie di risultati ci hanno dato consapevolezza e fiducia in noi stessi, credo che centrare il miglior piazzamento playoff sia un obbiettivo alla nostra portata".

Domenica trasferta sul campo della Giana Erminio, come vi avvicinate a questa trasferta?

"Sarà sicuramente una partita difficile, loro hanno bisogno di punti. Da poco hanno cambiato allenatore, tra l'altro lo scorso anno ci abbiamo perso 2-1 a Gorgonzola. E' un campo piccolo dove non è facile giocare, sicuramente per portare a casa un risultato positivo ci dovrà essere da parte nostra massima attenzione e ridurre al minimo gli errori"