INTERVISTA TC Albinoleffe, Coser: "Nostro campionato un saliscendi"

17.05.2018 17:50 di Raffaella Bon  articolo letto 466 volte
© foto di Federico Gaetano
INTERVISTA TC Albinoleffe, Coser: "Nostro campionato un saliscendi"

Achille Coser, esperto portiere dell'Albinoleffe, ha chiuso il proprio campionato 48 ore fa, con la sconfitta interna ai playoff contro la Feralpisalò. TuttoC.com lo ha intervistato in esclusiva.

Come valuti la vostra stagione?
"Un campionato di saliscendi, come sulle montagne russe. Siam partiti bene, poi abbiam avuto tre mesi di black out e a marzo, con Teramo e Fermana, abbiam rischiato di essere risucchiati in un vortice pericoloso. Abbiamo avuto la forza di resistere e ci siamo ripresi, al punto da migliorare nel finale il piazzamento della passata stagione arrivando quinti. Direi, quindi, un ottimo risultato anche se bisognerà analizzare nel dettaglio quei mesi negativi".

La vostra avventura nei playoff si è conclusa martedì sera nel derby. 
"Purtroppo con la Feralpisalò non è sceso in campo l'Albinoleffe visto nell'ultimo periodo, siamo stati lunghi e molli, potevamo decisamente fare di più. In precedenza abbiamo incontrato la squadra che giocava il miglior calcio in categoria, cioè il Mestre: eliminandoli grazie al pareggio".

La Feralpi adesso affronta l'Alessandria. Pronostico?  
"Nella fase nazionale entrano in ballo realtà che hanno rose importanti che affrontano squadre con due partite in più giocate in una settimana. Per questo dico Alessandria, anche perché il doppio pareggio la premia".

Come è stato il campionato di Coser? 
"A luglio avevo un bel po' di punti in una gamba, si pensava che non potessi più tornare a giocare. La mia forza di volontà però ha fatto tanto e a distanza di un anno posso dire di aver disputato 37 partite ufficiali. Al contempo, però, mi spiace per Simone Cortinovis che ha saltato praticamente tutta la stagione per infortunio ma avrà tempo per rifarsi".

Il tuo futuro?
"Ho rinnovato a dicembre ancora per un anno: qui sono a casa mia e sto bene. Giovedì prossimo nascerà mio figlio Santiago e ci saranno altre sfide da affrontare". 

Chi sale in Serie B?
"Una di quelle con la rosa più ampia: Catania, Trapani, Pisa e Alessandria le metto davanti. Occhio come sorpresa al Sudtirol che entrerà al penultimo gradino dei playoff visto il secondo posto".