Vicenza-Virtus Verona: spazio e libertà ai giovani

05.10.2022 10:10 di Tommaso Ferrarello   vedi letture
Vicenza-Virtus Verona: spazio e libertà ai giovani
TMW/TuttoC.com
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana

Allo stadio Romeo Menti andrà in scena quest'oggi alle 14 la gara valevole per il primo turno di Coppa Italia tra Vicenza e Virtus Verona. Di fronte due squadre che non stanno di certo vivendo il loro miglior momento in stagione. Da una parte il Vicenza che era partito ben con ben altre prerogative ad inizio campionato e che si ritrova al momento undicesimo in classifica a -7 dalla vetta. I ragazzi di Baldini sono inoltre reduci da una cocente sconfitta per 3-0 in casa del Novara. L'ex tecnico del Catania ha ammesso che serve maggiore determinazione sul rettangolo verde.
Situazione ancora peggiore per la Virtus Verona. Attualmente al penultimo posto del Girone A, la formazione di Fresco arriva da due sconfitte consecutive in campionato e non ha ancora assaggiato la gioia dei tre punti. La panchina scricchiola e ogni chance è buona per cercare di rialzare la testa. Non sarà di certo il match del Menti la gara più idonea a questo obiettivo, ma nel calcio, si sa, tutto può succedere.

QUI VICENZA - Padroni di casa che dovranno fare i conti con una serie di defezioni, soprattutto in difesa. Ierardi ha accusato un problema al ginocchio a Novara e non ci sarà; Pasini non è disponibile, Bellich è squalificato, mentre per Cappelletti c'è da valutare se si può rischiare o meno. Il giocatore è tormentato da una fascite plantare e si è rifermato nuovamente in allenamento. Nella sfida di oggi, dunque, possibile spazio per qualche giovane, come Corradi e Sandon. Come detto, dunque, emergenza in difesa per mister Baldini con il solo Padella convocato dei tre titolari nella sfida contro il Novara. Tra i convocati anche due ragazzi della Primavera: Matteo Vescovi, difensore classe 2005, e Federico Tonin, attaccante nato nel 2006.

QUI VIRTUS VERONA - Fresco potrebbe valutare in vista della gara odierna anche qualche modifica al modulo per cercare nuove risposte dai suoi uomini. Previsto turnover e qualche possibilità per chi fin qui ha giocato meno. Lo stesso tecnico ha parlato di voler giocare per passare il turno, soprattutto per dimenticare in fretta la gara di Trieste. Da non escludere la titolarità per alcuni giovani come Vesentini, Munaretti e Priore (tutti classe 2002). Riserve che verranno sciolte tra qualche ora, per una Virtus Verona che vuole provare a riprendere il proprio cammino.

ARBITRO: Gabriele Restaldo di Ivrea. Assistenti: Simone Piazzini di Prato e Marco Sicurello di Seregno. Quarto ufficiale: Mattia Drigo di Portogruaro.